Mille Comuni

Nell’anno di Grazia del Signore appena trascorso, e che è il duemiladiciasettesimo, senza che l’Altissimo si sia deciso finalmente a ritornare su questa martoriatissima terra per sancire la fine dei tempi, – che qui molti davvero non ne possono più – sono successe molte, molte cose: poche belle, e le più decisamente brutte, ma io voglio parlarvi , invece, di ciò che non è successo: perché qualche volta un’assenza vale più di cento presenze, e una mancanza può essere molto più interessante di una dovizia.

Leggi il seguito

FLAX TAX e imposte sulla casa

Le vicende politiche hanno portato all’attenzione dell’opinione pubblica, e in modo prepotente, la flat tax (tassa piatta), l’imposta lineare con una o due aliquote sul reddito imponibile che andrebbero a sostituire i cinque scaglioni oggi presenti.

Pare opportuna una breve riflessione per capire come questa rivoluzione potrebbe incidere sulla tassazione immobiliare.

Leggi il seguito

“Genova per noi” un famoso viaggiatore inglese a Genova nel 1700

 

Il grande storico inglese Edwardn Gibbon, l’autore, tanto per intenderci, della famosissima, anche a tutt’oggi, opera dal titolo”.

Il declino e la caduta dell’ impero romano” dopo la metà del 1700 e nell’ambito di un “grand tour” (come erano soliti fare i nobili dell’epoca), ebbe a fermarsi per qualche tempo, proveniente da Campomorone, a Genova (che si trova, appunto ad una “posta e mezza” da Campomorone),

Leggi il seguito

Tempi interessanti

Gli antichi cinesi, se volevano davvero augurare ad un nemico la peggior sorte possibile, lanciavano al malcapitato questa terribile maledizione: “Che tu possa vivere in tempi interessanti !” .

Per chi non conosce nulla della cultura cinese, e neppure il suo soave garbo nel descrivere i fenomeni più terribili con dolcissimi eufemismi, i “tempi interessanti” non sono esattamente periodi di tempo che acuiscono la curiosità intellettuale di chi li vive, ma sono invece storicamente individuati dalla cultura cinese come tempi di grandi cambiamenti, rivolgimenti economici e sociali, guerre civili, carestie, epidemie che decimano le popolazioni delle città e dei villaggi, condannandoli ad una eterna miseria, disperatamente aggrappati all’orlo della capacità di sopravvivere.

Leggi il seguito

L’insostenibile leggerezza del certificato di stabilità

A nessuno, in realtà, è dato sapere se la natura sia davvero matrigna, come sosteneva il grande Leopardi, ovvero, pur nella sua indubbia crudeltà, nasconda invece, riposto nelle più profonde sue viscere, un’impronta di quella giustizia, di cui, ahimè, nella vita raramente si trova traccia.
Perché lascia l’amaro in bocca pensare che non solo la vita non è uguale per tutti, ma per alcuni – pochi a dire il vero – sembra la realizzazione di una fiaba, e per molti altri – i più a dir la verità – somiglia spesso all’incarnazione di un incubo.

Leggi il seguito

Corso Amministratore Condominio

Corso Amministratore Condominio per amministratori di condominio è disciplinato dal decreto del Ministero della Giustizia n° 140 del 13 agosto 2014. Reso obbligatorio dall’art. 71 bis delle disposizioni di attuazione del codice civile.

Il decreto è stato introdotto dalla legge di riforma del condominio, per tutti coloro intendano svolgere l’incarico di amministratore. L’obbligo formativo ha una cadenza annuale,  una durata di almeno 15 ore e riguarda elementi in materia di amministrazione condominiale: ai compiti e ai poteri dell’amministratore, in relazione all’evoluzione normativa, giurisprudenziale, e alla risoluzione di casi teorico-pratici.

Leggi il seguito

La casa rubata

Nel terzo millennio, dopo che da decenni la storia ha sanzionato il fallimento delle ideologie collettivistiche, scopriamo (in realtà è una sgradevole e amara conferma) che in Italia vi sono 49 mila alloggi pubblici occupati abusivamente, -oltre a moltissimi e non quantificati alloggi di proprietà privata come dimostra il recentissimo caso di Via Curtatone a Roma- e che tra il 2004 e il 2013 le occupazioni sono aumentate del 20 per cento con un picco, per citare integralmente Goffredo Buccini che scrive sul Corriere della Sera di sabato 2 settembre, “tra il 2011 e il 2013 quando gli tsunami tour degli antagonisti invadevano anche cinque o sei palazzi alla volta”.

Leggi il seguito

Vigilia di elezioni

Mentre sto scrivendo, a ventiquattro ore dal voto, non ho la benché minima idea di chi vincerà le elezioni qui a Genova, anzi a dire il vero, non sono riuscito neppure a formarmi un’idea sul candidato al quale dovrei conferire la fiducia, anche perché – personalmente – la mia fiducia si è esaurita ormai da tempo, e in questa società mi sento ormai come un crocifisso nell’ufficio di Stalin.
Gli è che, ormai, non esiste più neppure un “meno peggio” a cui affidarsi, anche perché siamo tutti finiti in un immenso vortice, che come il gigantesco gorgo di Maelström, ha inghiottito tutto, ma proprio tutto: ha ingurgitato non solo l’ottimo, il buono e il sufficiente, ma nelle sue terrificanti profondità sono spariti anche e persino il mediocre, l’insufficiente e, appunto, il meno peggio. E’ solo rimasto il pessimo, ma solo perché, trattandosi di negativo assoluto, non può essere ulteriormente degradato.
Allora, oltre a non votare, non per protesta, ma per dignità, l’unica cosa che posso fare è dare sfogo alla mia morbosa curiosità sul come questo gigantesco gorgo si è formato, e com’è che siamo finiti dentro.

Leggi il seguito

Il salto del ministro

Apprendiamo, leggendo le tragiche cronache del disastro di Torre Annunziata, che il Governo, secondo quanto dichiarato dal Ministro Graziano Delrio, intende inserire nella prossima legge di stabilità, l’obbligo della certificazione statica nei contratti d’affitto e di compravendita.

Occorre, secondo il ministro, un salto di qualità culturale dei proprietari immobiliari che, sino ad oggi,si sarebbero sempre messi di traverso bloccando ogni tentativo di riforma.

Leggi il seguito

Il Parco del Colosseo e il TAR Lazio.

Con la sentenza n. 6720 del 7 giugno 2017 il TAR Lazio – Roma, ha accolto il ricorso in avverso al Decreto del 12 gennaio 2017, istitutivo del cd. Parco del Colosseo ed annullando tale provvedimento per il vizio di “eccesso di potere”.

La sentenza, al di là delle contingenze e delle estese motivazioni decisorie, viene qui segnalata per evidenziare il richiamo, anche se qui svolto solo incidenter, dei Giudici Amministrativi, alla necessità del rispetto della normativa Costituzionale in materia di Pubblica Amministrazione e con un sintetico, ma preciso e pertinente richiamo al disposto dell’art. 97 della Costituzione ed ai principi ivi contenuti.

Leggi il seguito